A.I.V.E. …cambio ai vertici

Pier Maria Giusteschi Conti passa il testimone, Giancarlo Lodigiani nuovo Presidente

Si è concluso il primo consiglio del nuovo direttivo A.I.V.E., convocato per definire le nuove cariche.

La votazione per acclamazione ha visto la nomina del nuovo Presidente nella figura di Giancarlo Lodigiani che ha al suo attivo due mandati da revisore dei conti e uno come consigliere A.I.V.E.

Questo il nuovo Consiglio Direttivo:

 

Presidente

Giancarlo Lodigiani

Armatore di Voscià – 1959

Genovese di adozione romana, 60 anni, va in barca da oltre 50, armatore di barche classiche dal 2001, armatore del Voscia’ dal 2006.

Tra i suoi obbiettivi la promozione di raduni, regate brevi e d’altura, veleggiate per poter andare per mare divertendosi con gli amici armatori, anche internazionali, mantenendo vive le tradizioni marinare trasmettendole alle nuove generazioni.
Di particolare importanza la promozione della cultura marinaresca con pubblicazioni e incontri, cercando di aiutare a sopravvivere l’arte della manutenzione e del restauro delle barche d’epoca che ne hanno costante bisogno.

Vice Presidente

C.V. Giuseppe Cannatà

Capo Ufficio Vela della Marina Militare – Ufficio affari Generali

 

Segretario Generale

Luigi Rolandi

Armatore di Crivizza – 1964

 

Nato a Napoli, ha fatto vela a livello internazionale su classi olimpiche sino a 17 anni. Poi ha vissuto a Pisa, Trieste e Ginevra, spesso con un piede in barca, per approdare qualche anno fa a Viareggio. Qui ha recentemente acquistato con sua moglie Ariella il Crivizza per dedicarsi appieno alla vela in un ambiente attivo, accogliente e ricco di amore per le barche d’epoca.

Commodoro

Giorgio Balestrero

Armatore  dal 1971 al 2005 di Arcangelo
6 metri S.I. – 1923.

Già Commodoro dell’A.I.V.E, Presidente del Comitato dei Circoli Velici del Golfo della Spezia.

Dal ’93 ha fatto parte del Consiglio Direttivo ed ha partecipato attivamente all’espansione dell’Associazione, sviluppatasi in tanti grandi eventi, partecipando in prima linea all’organizzazione dell’ineguagliato Trofeo Alto Tirreno dell’89, realizzato in uno con la Marina Militare.

Continuerà a seguire attivamente l’organizzazione della Regata Sociale A.I.V.E. e di Mariperman.

Tesoriere

Giulio Augusto Baldi

Armatore di Margaret – 1926

 

Ha iniziato da ragazzo sulle derive FY e FD, poi la passione di navigare anche di notte ha vinto ed ha iniziato con una barca cabinata senza motore.

In seguito, è passato alle regate essenzialmente con le barche di Andrea Vallicelli: “Aquilante” e “Nuova”.

Ha vinto un campionato italiano con “Nuova” ed ha ricevuto la medaglia di bronzo al valore atletico ed il distintivo numerato FIV.

Ha vinto una Giraglia in tempo compensato sempre con “Nuova” ed ha ricevuto la Coppa Challenger che ora è allo YCI.

Ha partecipato a due Sardinie Cup, una volta con Papua Nuova Guinea e poi con la squadra Usa.

Ha partecipato a due “One Ton Cup” per la squadra italiana: la prima a La Trinité sul Mère e la seconda a Poole.

Alla prima One Ton ha ottenuto un terzo posto nella regata lunga.

A metà degli anni Novanta ha armato “Bradamante” un 65 piedi di Bruce Farr con cui ha girato gran parte del Mediterraneo.

Ha partecipato a due Barcolana dove è arrivato malissimo, ma di cui rimane un ricordo molto bello sia per la regata sia per i partecipanti.

L’ultima barca IOR è stata un 78 piedi di Vismara, “Ghibellina”, l’ha tenuta vari anni, anche con questa ha continuato a fare regate Giraglia comprese.

Poi è passato alle vele d’epoca perché non ne poteva più della tecnologia e rivoleva il timone a barra.

“Margaret” l’ha trovata a Saint Maló e se ne è subito innamorato.  Quando l’ha presa era armata “terza regola”, ma essendo stata costruita nei primi anni Venti non poteva essere.

Ha chiesto ed ottenuto dal museo navale di Oslo copia dei progetti originali perché sapeva che Anker li aveva donati al museo.

Quando sono arrivati si è visto che aveva ragione: era una seconda regola col fiocco al 90%!

Non ha avuto dubbi: l’ha riportata come era al momento del varo ripristinando l’armo originale.

E’ legato alla nostra A.I.V.E. e vorrebbe contribuire a farla ritornare ai livelli di un tempo.

Proporrà al nuovo consiglio di organizzare raduni e regate in Mar Ligure, Tirreno e Adriatico; di istituire una biblioteca aperta a tutti i soci, dove si possano consultare i libri, i progetti, i restauri e ogni altra documentazione relativa alle barche dei soci. Proporrà anche e soprattutto di recuperare il rapporto con i soci.

Presidente Onorario

Pier Maria Giusteschi Conti

Armatore di Alahis II – 1972

Entrato nell’AIVE nel 1989 e poi nel suo consiglio direttivo, è stato l’estensore del Regolamento dal quale è scaturito quelllo emanato dal Comitato Internazionale del Mediterraneo (di cui è tuttora segretario generale) ed è membro della Commissione Internazionale di Stazza del CIM stesso. Ha disegnato e nel 1972 varato la barca con cui naviga tuttora e nel 1996 ha redatto un Vocabolario della lingua marinaresca.

Consiglieri

Gianni Fernandes

Armatore di Ilda -1946

Fiorentino di nascita ma Viareggino di adozione. Presidente della A.S.D. Vele Storiche Viareggio, già revisore AIVE per un mandato ed uno come consigliere. Armatore insieme alla moglie Patrizia, del cutter bermudiano ILDA del 1946 barca che appartiene alla famiglia dal 1976. All’età di 17 anni grazie al padre che acquista uno ZEF (piccola deriva di mt. 3,60) si avvicina alla vela. Nel 1969 frequentano insieme il primo corso al Centro Velico Caprera e l’anno successivo il secondo di avviamento alla crociera. La grande passione per la vela ed il mare lo porta inevitabilmente a frequentare il mondo delle regate che gli servirà ad acquisire maggior esperienza. Il suo obiettivo è quello di partecipare attivamente alla gestione dell’Associazione ed in particolare all’organizzazione degli eventi ed il rapporto con i soci.

Fabio Mangione

Armatore di Al Na’ir III – 1964

Armatore e timoniere di Al Na’ir III, disegno S&S del 1964 sotto il guidone Aive dal 1996

Consigliere Aive da molti anni e regatante attivo al timone della sua Al Na’ir III , di vari Dinghy 12’ nella cui classe ricopre il ruolo dì Delegato per i Dinghy Classici e di Javelin, Dragone  P&T del 1960.

Appassionato dì imbarcazioni classiche e d’epoca, è stato armatore e timoniere dì Sirius, NY 32 disegnato da Olin Stephens nel 1936.

Roberto Olivieri

Armatore di Barbara – 1923

Già revisore dell’A.I.V.E. e consigliere delle Vele Storiche Viareggio, ha riportato in mare nel 2018, dopo un restauro filologico durato quasi 20 anni, Barbara, yawl progettato da Charles Ernest Nicholson nel 1923. Fra i suoi obiettivi quello di far crescere la partecipazione e l’interesse nei giovani per lo yachting classico e per la tutela di tali yacht, rappresentare gli armatori con equità e supportare eventi e competizioni contraddistinte dal fair play e dall’inclusività. Un impegno mirato sempre alla salvaguardia del mare.

Nicolò De Manzini

Armatore di Nembo II° – 1964

Velista da sempre, dalle derive agli IOR, ORC, monotipi e barche d’epoca, naviga in crociera e in regata con il suo progetto Buchanan del 1964, barca di famiglia dal 1972. Ex Presidente e attuale Vice dello Yacht Club Adriaco di Trieste, cura l’attività delle barche d’epoca nel circuito dell’Alto Adriatico.

Roberta Talamoni

Già Segretario Generale dell’A.I.V.E. e membro del Consiglio dal 2013. Attualmente Vice Presidente della L.N.I. La Spezia e Giudice zonale F.I.V.

Dal 1984 ha lavorato per la M.M., curando i rapporti con l’esterno e l’organizzazione di eventi all’interno del Centro Supporto e Sperimentazione Navale della Marina Militare. Da quasi un ventennio si occupa di organizzazione eventi velici curando anche aspetti tecnici e realizzazione delle classifiche.

Revisori

Luca Pietro Pierini

Armatore di Ella – 1960

Già Revisore A.I.V.E. per otto anni e Consigliere per quattro.

Armatore di Ella ufficialmente dal 2017, in realtà ha svolto tutti i compiti a bordo fin dal 1977, anno in cui dopo aver preso la patente nautica, si dedica con amore a Ella e al mare.

Pietro Bianchi

Armatore di Namib – 1967

Parmigiano, armatore di Namib, Sangermani del 1967, con cui ha regatato per dieci anni in tutto il Mediterraneo.

Alla prima esperienza attiva nell’A.I.V.E. in qualità di revisore.

Alessandro Cortopassi

Armatore di Twilight

Fiorentino con origini viareggine.

Vado per mare dalla fine degli anni 60.

Armatore dal 75 al 79 di Kerkyra IV disegno di S&S nr 2062 del 1970 e poi di altre barche sempre in legno ed infine di Twilight dal 1986.Esperto dello yachting IOR rule.

Appassionato da sempre di legni e soprattutto di libri, progetti e restauri, dedicati alle barche dei soci, mi vorrei mettere a disposizione dell’AIVE che ho sentito sempre come ci si sente quando si sale a bordo di una barca prestigiosa.

Probiviri

Francesca Lodigiani

Nicola Giusteschi Conti

Antonio Bandini

Hits: 745